giovedì 15 giugno 2017

Spaghetti Mediterranei





Ciao a tutti!!
Manco da un po' sul blog, insomma, non tantissimo ma con l' arrivo del caldo ogni anno mi viene la fiacca cuciniera!!
Non ho voglia di stare dietro a preparazioni complesse o con troppi passaggi e ho poca voglia di accendere forni e fornelli e allestire set, casa mia è battuta dal sole fino al tramonto e in questi giorni sta facendo proprio caldo, il we scorso sembrava pieno Luglio!!
Quindi oggi vi regalo un' idea facile e veloce, una di quelle paste che fanno venire appetito solo a sentire il profumo del condimento e che ti portano verso Sud, verso i sapori del sole!!






Per due porzioni:

220 g di spaghetti
2 spicchi d' aglio
1 cucchiaio colmo di capperi sotto sale ben sciacquati
4 falde di pomodori secchi ammollati per qualche minuto in acqua tiepida
8 filetti di acciughe sott' olio o sotto sale, comunque ben scolate o sciacquate dal sale e pulite
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di pane grattugiato
 
In un padellino antiaderente tostate i pinoli, muoveteli spesso durante la tostatura per evitare che si brucino o si coloriscano troppo solo da una parte.
Una volta tostati, mettete i pinoli da parte e nello stesso padellino fate abbrustolire il pane grattugiato, come per i pinoli muovetelo continuamente, altrimenti rischia di bruciare, una volta che sarà colorito uniformemente spegnete il fuoco e continuate a smuoverlo fino a che la padella non avrà perso un po' di calore.
A questo punto prendete una padella capiente abbastanza per farvi poi saltare la pasta una volta cotta, versatevi abbondante olio e.v.o. gli spicchi d'aglio spellati e tagliati a metà, fate soffriggere delicatamente, unitevi le acciughe, i capperi e i pomodori secchi scolati e tagliuzzati.
Una volta che le acciughe si sono sciolte e il condimento si è ben insaporito, aggiungete i pinoli, lasciandone da parte una manciatina e spegnete il fuoco.
Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, a bollore raggiunto versatevi gli spaghetti e aggiungete un mestolo di acqua di cottura nella padella del condimento.






Quando manca circa un paio di minuti alla fine della cottura della pasta rimettete la padella sul fuoco e quando il condimento è ben caldo con l' apposito mestolo per spaghetti raccogliete la pasta e dalla pentola mettetela direttamente nella padella, fatela cuocere fino a che non raggiunge la consistenza che più amate nella padella aggiungendo quando serve un po' di acqua di cottura dalla pentola.
Una volta pronti, impiattate i vostri spaghetti, versatevi a piacere un po' di pangrattato e decrate con i rimanenti pinoli tostati.






E' una soluzione veloce e gustosa per risolvere una cena rincasati tardi dal lavoro o un pranzo del we magari prima di andarsene al mare!!!
Si possono aggiungere olive, pomodoro fresco, prezzemolo o basilico, davvero a seconda di quello che si ha in casa, comodo no?? E si può anche frullare il tutto, tranne i pinoli, per fare un profumatissimo pesto!!
Sarà che questa settimana è un po' impegnativa ma piatti simili sono davvero preziosi!!
E voi quando avete poco tempo o siete stanchi ma non vi va di cedere alla pizza a domicilio cosa scegliete di preparare?






Vi lascio a godervi questo piatto di spaghetti e il we alle porte, e vi auguro di passarlo nel modo in cui preferite, coccolandovi come si deve e rilassandovi, magari organizzando una cena all' aperto con gli amici o andando a spiaggiarvi in riva al mare!!! Io ho davvero bisogno di staccare la spina dal lavoro, è stata una settimana un po' dura e probabilmente sarà così anche la prossima . . . via, ce la farò!!!

A presto!!


Silvia

martedì 6 giugno 2017

Brioche Mousseline a Lievitazione Naturale





Ciao a tutti!! Eccoci arrivati a Giugno, un mese che amo perché inizia il caldo ma ancora si sta bene, almeno qui in Liguria, e dato il volume di macchine che dalla Lombardia e Piemonte si sono riversate lo scorso we in riviera dire che non sono l' unica a pensare che qui si sta proprio bene!!
Noi Venerdì siamo scappati dalla parte opposta, ce ne siamo andati sui monti a fare un bel pic nic assieme ad alcuni nostri cari amici, la giornata era molto bella, si stava benissimo e poi me la sono goduta, ero reduce da una settimana a casa per mutua, tra l' altro a completo riposo e non ne potevo più, avevo proprio bisogno di uscire!!
Poi Domenica c'era il battesimo della nostra cuginetta ultima arrivata e anche lì ci siamo passati una bella giornata nel verde, insomma, è stato un bel we e spero sia il preludio ad un bel mese!!
Il corso Black Belt di cui vi avevo parlato sta procedendo, dovrei avere l' esame a Luglio, insomma, sembra che tutto vada avanti bene, mah, mi pare così strano, voi che dite, dove sta l' inghippo??
No, boh, magari è solo un periodo buono, io me lo godo e prendo tutto il meglio, ma il vero meglio ve lo racconterò presto, insomma, con i miei tempi!!!
Ma passiamo alla ricetta di oggi, era un po' che mi ero salvata questa ricetta dalla mitica Terry, aspettavo l' occasione per farla e finalmente è arrivata!! Dopo gli esercizi di colombe avevo un sacco di lievito bello arzillo e ancora voglia di mettermi a fare impasti ricchi e burrosi, questa brioche è davvero un tripudio di bontà e poi io che mi fido ciecamente della mia amica Terry, e a ragione, è veramente una delle più brave con i lievitati e poi ha fantasia, è gentile, è disponibile, sapevo che sarebbe venuta benissimo!! Mi raccomando, se la conoscete sapete benissimo cosa intendo, se non la conoscete andate a fare un giro sul suo blog, è una maestra con i lievitati e poi ha la passione per la cucina, per la pasta fatta in casa, per tutto ciò che è fatto con il cuore e quindi buonissimo!!!
  






Quindi grazie amica mia per avermi fatto scoprire questa deliziosa brioche, sai che sei uno dei miei punti di riferimento per gli impasti perfetti, noi invece andiamo a mettere le mani in pasta!!






Per un pan brioche in uno stampo da plumcake lungo 30 cm:

250 g di farina di tipo 1 ( io Petra 1) 
50 g di zucchero 
75 g di lievito madre rinfrescato almeno due volte e maturo 
4 uova 
190 g di burro freddo (io quello tedesco) 
4 g di sale 
i semini di mezza bacca di vaniglia 
1 cucchiaino abbondante di arance candite tritate finissime o se l' avete di pasta di arance

Per spennellare la superficie prima di infornare (a me questa quantità è bastata per 2 pan brioche): 

un piccolo uovo sbattuto 
2 cucchiai di latte 
granella di zucchero

Nella planetaria con il gancio a foglia sbattete delicatamente le uova e aggiungetevi il lievito madre a pezzetti, mescolare sempre delicatamente fino a che il lievito non inizia ad essere sciolto, aggiungete lo zucchero e una volta amalgamato il tutto aggiungete la farina setacciata un poco alla volta. 
Continuate ad impastare con la foglia, quando l' impasto resterà agganciato al gancio togliete la foglia e mettete l' uncino. Quando siete vicini all' incordatura aggiungete il sale a pioggia e continuate ad impastare arrivando ad avere l' impasto bello incordato, a questo punto aggiungete il burro a pomata, un pezzetto per volta, aspettando che il pezzetto precedente sia completamente assorbito prima di aggiungere il successivo. Continuate ad impastare mantenendo l' incordatura, aggiungete i semini di vaniglia e le arance candite tritate e continuate fino a che non avrete formato il classico velo tirando un pezzetto di impasto. 
A questo punto formate una palla e lasciate lievitare sino al raddoppio, io mi sono organizzata in modo che lievitasse durante il giorno e fosse pronto alla sera!
Una volta raddoppiato, spostate il vostro impasto su una spianatoia, date alcune pieghe stretch & fold, io ne ho fatti due giri distanziati da un riposo di 10 minuti, poi riponete l' impasto nella ciotola e mettetelo in frigo coperto da pellicola per almeno 3 ore, io come Terry l' ho lasciato tutta la notte.
Il mattino dopo rovesciate l' impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e stendetelo delicatamente dandogli la forma di un rettangolo, tagliate tre strisce nel senso del lato più lungo e formate con ciascuna striscia un salsicciotto. Intrecciate i salsicciotti e posizionate la brioche nello stampo da plumcake ben imburrato e copritelo con pellicola in modo che non si secchi la superficie. 
Fate lievitare in un luogo tiepido fino a che l' impasto non raggiunge il bordo dello stampo.
Una volta pronto, accendete il forno a 160°, il mio con i lievitati dolci funziona bene a queste temperature, togliete la pellicola, sbattete l' uovo con il latte e spennellate delicatamente la superficie del pan brioche, cospargete con granella di zucchero 
Infornate per circa 20 minuti nel ripiano sotto quello centrale e poi aumentate a 170° per altri 13-15 minuti. 
Con il mio forno questi tempi bastano per avere un pan brioche di queste dimensioni cotto al punto giusto. Fate la prova stecchino se non siete certi della cottura o misuratene la temperatura al cuore, se ha raggiunto i 92 gradi è cotto.
Sfornate il vostro pan brioche e, una volta leggermente raffreddato, toglietelo dallo stampo e fatelo finire di raffreddare su una griglia.





Mangiatelo con attenzione perché se siete sovrappensiero potreste farlo sparire senza neanche rendervene conto!!!
E' delizioso, sofficissimo, burroso e si scioglie in bocca, ha una consistenza bella filosa, proprio come si immagina la brioche francese!!
E' perfetto con la confettura di fragole, io me la sono fatta uno degli scorsi we, o di frutti rossi ma anche da solo con una tazza di caffè, per una colazione piena di coccole!!





Se conservata in un sacchetto per alimenti ben chiuso mantiene a lungo la sua morbidezza, altrimenti potete affettarla una volta ben fredda e congelarla, basterà lasciare le fette a temperatura ambiente alla sera per avere una colazione soffice come appena sfornata!!





Io ho impastato dose doppia, in modo da avere una scorta dolce in freezer, amo in questa stagione fare colazione con frutta fresca, yogurt e una fetta di brioche!! 
Mi dà la giusta dose di vitamine e buonumore!!!
Dato che mi è piaciuta così tanto, regalo questa brioche alla raccolta di Panissimo Le ricette itineranti!!




E con questo lievitato davvero delizioso vi saluto e vi auguro buon proseguimento di settimana, mi raccomando poco stress che con il caldo fa ancora peggio!!!

A presto!!!

Silvia

 

lunedì 29 maggio 2017

Pian della Cavalla e i Suoi Narcisi





Ciao a tutti!!
Oggi non si cucina, a dire il vero una ricettina pronta ce l' ho ma è un po' che non andavo a scampagnare e quindi questa volta hanno la precedenza queste foto!!
In questo periodo, per circa una settimana abbondante ma non di più, nel parco naturale del monte Antola, sull' appennino Ligure nella zona di confine con l' Emilia e il Piemonte, fioriscono i narcisi!!
In particolare c'è un luogo, Pian della Cavalla, dove questa fioritura dà il meglio di sé, un prato favoloso che per un breve periodo all' anno diventa quasi bianco da quanti narcisi sbocciano!!!
Questo luogo è anche chiamato l' Irlanda ligure, sinceramente a ragione!!
Erba verde, morbidi pendii e alberi frondosi ed ordinati ti catapultano in un paesaggio che di ligure non ha molto, noi che siamo abituati all' asprezza dei nostri monti e delle nostre scogliere!






La strada per arrivare da Genova non è brevissima e nemmeno molto bella, tutta statale piena di curve, ci vuole circa un' ora e mezza, andando con calma perché se pure ci metto la velocità scendo dopo due curve!!!! Comunque c'è da farsene una ragione, tutte le strade che dalla costa salgono verso l' appennino sono tremende, io patisco sempre, anche se guido!!
Noi siamo andati dopo pranzo e abbiamo passato lì il pomeriggio, logisticamente quel we non riuscivamo a fare di meglio, ma l' ideale sarebbe partire al mattino e pranzare sul prato, ci sono punti anche ombreggiati perché appunto gli alberi non mancano e la strada per arrivare al prato da dove si lascia la macchina non è molta, giusto 1,5 km con qualche saliscendi poco impegnativo, molto adatto da fare anche con i bambini e vettovaglie!






Essendo un parco naturale c'è il divieto di raccolta dei fiori e delle piante, narcisi a parte, che sinceramente è un vero spreco raccogliere perchè a casa durano pochissimo, c'era un sacco di aglio orsino appena fuori dal sentiero, all' inizio del bosco, niente, l' ho lasciato lì, spero di ritrovarlo in qualche altro posto dove possa raccoglierlo!!






La giornata era bella, soleggiata e con bei nuvoloni che alternavano il sole ad un mood un po' più cupo, però hanno fatto piacere e hanno movimentato un po' le scene!!
C'era davvero molta gente, è un posto bellissimo, nel we è gettonato per fare le scampagnate, di sicuro in settimana è più tranquillo ma purtroppo non è possibile per me fare altrimenti che il we!!
E siamo stati fortunati, volevamo andarci il we prima ma io mi sono opposta perchè era troppo presto, abbiamo organizzato tutto per il we del 21 ed era quello perfetto, i narcisi erano sbocciati da poco, infatti erano belli freschi e tantissimi, già questo we ho visto un po' di foto dove sono molti meno e stanno appassendo, non potevamo fare scelta migliore!!!






Eccoli in tutta la loro bellezza, i narcisi crescono anche in altri monti della Liguria, vicino a casa nostra, sui Piani di Praglia, ma sono di una specie più piccola e gialla e sono molti meno, qui  invece c'è un prato enorme intero, è davvero pazzesco!!






Era già qualche anno che volevamo andarci ma dato che durano proprio poco non abbiamo mai trovato l' occasione che facesse quadrare tutto, e invece quest' anno si, quindi ecco, siamo stati fortunati, è uno spettacolo che merita, è bellissimo stare in mezzo a tutti quei fiori, è davvero rilassante, una meraviglia!!






Io per completezza vi lascio anche una mappa con le indicazioni per arrivarci da Genova, si deve prendere la statale 45, superare Torriglia e superare la località Due Ponti, subito dopo sulla sinistra prendere la strada provinciale 16 e proseguire per circa 12 km in direzione Fascia, si supera questa località e dopo poche centinaia di metri si arriva all' inizio del sentiero.




Spero questa scampagnata sia piaciuta anche a voi, la prossima volta che scriverò qui sarà per la ricetta che vi dicevo, nel frattempo ho ben due uscite fotografiche da sistemare, una ve la regalo di sicuro, l' altra vediamo, non mi convince del tutto!!

Buon inizio settimana!!

Silvia

mercoledì 17 maggio 2017

Crocchette di Fave e Piselli con Dip Piccante allo Yogurt ed Erba Cipollina





Ciao a tutti!! Evvai che è arrivato il bel tempo un po' caldo!!
Adesso mi sa che è giunto il momento di fare il cambio armadio, peccato che il prossimo we non ho un secondo per mettermici!!
Mi sa che dovrò fare un pezzetto per volta tra questa e la prossima settimana, non che abbia molto da spostare, però ecco, devo fare un po' di cernita e studiare nuovi abbinamenti . . . e credo di dover andare a fare un po' di shopping!!
Io non amo molto andare per negozi, mi scoccio a provare le cose e mi sembra sempre che mi stia tutto in modo imperfetto, ma vabbè, quest' anno devo per forza, sembra strano eh, una femmina che si scoccia ad andare a comperarsi vestiti, eppure è così, preferisco di gran lunga shopping di altro tipo, più cibario, ma cercherò di sacrificarmi!!!
Urca, non vi ho nemmeno chiesto come sta andando la settimana e come avete passato il we!
Noi Sabato abbiamo iniziato in salita con le pulizie e poi siamo andati a trovare i nostri cuginetti, abbiamo cenato con loro e ce li siamo goduti fino a che non sono andati a nanna, poi spazio alle chiacchiere tra adulti e alle coccole ai cuccioli di labrador nati da poco, che fagottini, sono morbidi da fare impressione!!
Domenica invece fino all' ultimo siamo stati indecisi sul da farsi ma poi siamo andati a fare foto, ci siamo goduti il tramonto, che finalmente è stato carino, e dato che abbiamo finito di fotografare verso le 21, siamo andati a mangiarci una pizza, abbiamo decisamente finito in discesa!!!
Ogni tanto ci vuole, di solito mi faccio il mazzo anche nel we, prepara, brega, fotografa, sistema, invece questa volta ho pulito e poi basta, la torta salata per i cugini l' avevo fatta il Venerdì quindi da Sabato a pranzo in poi relax assoluto!!
La settimana invece procede a rotture di scatole consecutive, dottoresse che non ti vogliono prescrivere gli esami consigliati dallo specialista perché secondo loro non servono, carte d' identità che scadono in concomitanza di passaporti, quindi ho dovuto rimediare per evitare di restare senza documenti, analisi da fare, insomma, tutto bene ma che palleeeeeeee!!!!

Ma dai, come al solito mi perdo in chiacchiere!!






Allora passiamo alla ricetta, era un po' che non facevo le crocchette di fave e piselli, dallo scorso anno perché i miei suoceri le coltivano e io aspetto le loro per mangiarle, poi ho visto la ricettina super di Fausta e mi è venuto in mente di farle, a breve proverò anche la sua versione solo di piselli con la salsa tahine!!! Amo troppo questo tipo di polpette!!

Ma ecco cosa serve per 10-12 crocchette!






300 g di fave sgusciate
200 g di piselli sgranati
1 cipollotto di tropea
due cucchiai di semi di sesamo tostati (io neri ma vanno bene anche quelli classici bianchi)
1 spicchio d' aglio pestato
3 cucchiai di pane grattato
1 uovo
2 cucchiaini da the di cumino macinato
sale q.b.
farina integrale per infarinare
olio e.v.o.


Sbollentate le fave per 10 minuti, scolatele e lasciatele intiepidire, nel frattempo sbollentate anche i piselli per 5-6 minuti, scolateli e teneteli da parte.
Sbucciate le fave, io ho usato le fave dell' orto dei suoceri, quelle che rimangono un po' di più sulla pianta e sono più grosse e non sono dolci mangiate crude, la buccia quindi rimane un po' amara e preferisco toglierla ma se voi avete fave piccole e dolci non occorre sbucciarle e vi conviene sbollentarle assieme ai piselli per fare prima!
Mettete i vostri legumi nel mixer, aggiungete il cipollotto affettato, l' aglio schiacciato e tritate tutto in modo da avere una grana abbastanza fine ma non cremosa.
Mettete il composto in una ciotola, unitevi due pizzichi abbondanti di sale, il cumino, i semi di sesamo tostati e l' uovo.
Mescolate bene in modo che l' uovo venga completamente assorbito, se l' impasto risulta troppo morbido aggiungetevi un paio di cucchiai di pane grattato, ma non di più, non sarà necessario.
A questo punto potete fare le vostre crocchette, prendete un cucchiaio scarso di composto, sarà abbastanza morbido, adagiatelo in un piatto fondo bello colmo di farina e con entrambe le mani fate rotolare la crocchetta nella farina, prenderà la forma rotonda senza problemi!
Tenete da parte e fate questa operazione fino a terminare il composto.
In una padella larga scaldate 5-6 cucchiai di olio e.v.o. e quando è bello caldo posatevi le crocchette, dovrete farle cuocere sino a che non saranno belle dorate, non siate timidi, più rosolano più restano buone e saporite, quando sono belle colorite, giratele e cuocetele in egual modo dall' altra parte.
Una volta ben cotte sono pronte per essere gustate, aspettate che sia il momento di servirle per spolverarle con un pizzico di sale, così si manterranno crocchine più a lungo.






Per il dip allo yogurt

100 g di yogurt bianco
un cucchiaio di erba cipollina fresca tritata
due pizzichi di peperoncino
un pezzetto di aglio schiacciato, io ho messo 1/4 di spicchio a cui ho tolto il germe

Mescolate tutti gli ingredienti e lasciate insaporire una quindicina di minuti prima di consumarla.

Servite le vostre crocchette calde o tiepide assieme ad una bella insalata di verdure fresche e alla salsa di yogurt, avrete un mix delizioso e pieno di nutrienti!!
Potete versare la salsa sulle crocchette o intingerle per un morso ancora più goloso, sono perfette in ogni modo, e il dip è fantastico anche per condire i pomodori e le verdure, leggero e saporito, ha conquistato anche il marito che è sempre un po' titubante sulle salse che non sono maionese!!






Amo le crocchette di legumi e amo i sapori speziati, queste ricordano un pochino le falafel  anche se so benissimo che sono diverse, il sapore però si avvicina e se siete amanti del genere vi consiglio di provarle, restano morbide internamente, fragranti all' esterno e sprigioneranno ad ogni mordo i sapori del medio oriente, io le adoro!!!

Con questa ricetta partecipo al contest "the mystery basket" di La mia famiglia ai fornelli, ospitato questo mese dal blog Un' arbanella di basilico





Buon proseguimento di settimana a tutti e buon we, se tutto va bene Domenica andiamo a fotografare i campi di narcisi fioriti sul monte Antola, sono anni che li inseguiamo, speriamo sia la volta buona, vedremo!!

A presto!!

Silvia



martedì 9 maggio 2017

Panini con Farina di Farro Integrale e Farina di Grano Arso ai Semi di Sesamo





Ciao a tutti!! Eccoci di nuovo qui!!
Ormai pubblico una volta sola a settimana, non riesco proprio a fare di più, ma alla fine preferisco fare meno ma sempre bene, e spero proprio di riuscirci!!
Qui il tempo fa sempre i capricci anche se stiamo migliorando, il cambio armadio ancora non l' ho fatto per sopravvenuta pigrizia ma alla fine non lo sto richiedendo, vediamo se il prossimo we mi decido una volta per tutte ad archiviare maglioni e giacche!!
E voi come ve la state passando la primavera, come è da voi?
Sento di posti dove fa caldissimo e dove invece è quasi inverno, a me queste ultime botte di freddo, perché qui al mattino fino alla scorsa settimana c'erano 6 gradi e un umido tremendo, hanno fatto ammalare e morire il timo e patire tantissimo la menta!
La menta è Highlander e si sta riprendendo, il timo invece è andato, ma voi riuscite a tenerlo in vaso il timo?  Vi dura? A me non sopravvive, dopo un po' muore e non sono l' unica, anche ad una mia amica ne sono morti due e credo stia provando con il terzo!! Non so, forse ha bisogno di un terreno più pietroso, mi sopravvivono benissimo tutte le piante ma questo non ne vuole sapere, dopo un po' si ammala e muore o muore e basta, credo rinuncerò al timo, mi ha rotto le scatole, è già il secondo che mi muore!!
Voi ce l' avete in vaso o in terra? E vi sopravvive?
Vabbè, oggi è la giornata delle domande, prima che me ne vengano in mente altre vi presento il pane di oggi, io posso non aver voglia di fare chissà che in cucina ma la voglia di fare il pane non mi manca mai!!
Lo preparo quasi ogni settimana, in modo che non manchi mai, che sia un filone, una pagnotta o dei panini, non rischio mai di rimanere senza e di doverlo comperare!! Anche se ho scoperto da poco a Genova due forni che fanno un pane davvero meraviglioso, a lievitazione naturale, con un sapore super, ma sono lontanissimi da casa mia, quindi non c'è pericolo!!
Tornando a noi oggi sforniamo dei panini dalle forme carine, preparati con farina di tipo 1, di farro e di grano arso, sofficissimi e belli saporiti, impreziositi da una pioggia di semi di sesamo che vengono tostati durante la cottura sprigionando ad ogni morso il loro splendido sapore! Che dite vi ispira?
Ma andiamo ad impastare che è già tardissimo!!!






Per 10 panini:

200 g di farina di farro integrale
200 g di farina di grano tenero tipo 1
100 g di farina di grano arso
375 g di acqua
8 g di sale fino
100 g di pasta madre al raddoppio dopo il rinfresco
semi di sesamo

Iniziamo con il preparare un' autolisi con tutta la farina setacciata e 275 g di acqua, mescolate acqua e farina grossolanamente a mano in modo che tutta la farina si sia bagnata e l' acqua sia assorbita e lasciatela riposare coperta con pellicola per un' ora.
Passato il tempo indicato, sciogliete nella planetaria il lievito madre con i 100 g di acqua restanti e aggiungete la massa autolitica, impastate con il gancio a foglia fino a che l' impasto non inizia a restare attaccato al gancio. A questo punto mettete il gancio ad uncino e continuate ad impastare fino a raggiungere l' inizio dell' incordatura, aggiungete a pioggia il sale poco per volta e portate a completa incordatura l' impasto.
Spostate l' impasto in una ciotola e lasciatelo lievitare per circa 30 minuti coperto da pellicola, dopo questo tempo fate due giri di pieghe a portafoglio all' impasto e richiudetelo con la pellicola, a questo punto mettetelo in frigo fino al giorno seguente.
Al mattino levate l' impasto dal frigo e lasciatelo giungere al raddoppio in un luogo tiepido.
Una volta che il vostro impasto è raddoppiato, spostatelo su una spianatoia leggermente infarinata, allargatelo e sgonfiatelo con delicatezza ma con decisione e ricavatene una decina di pezzi di ugual peso, da ciascuno ricaverete un panino, io mi sono divertita a fare qualche forma un po' diversa dal solito!!






I panini a chiocciolina doppia li ho ricavati allungando il pezzetto di impasto come fosse una salsiccia e poi ho arrotolato verso il centro entrambe le estremità fino ad arrivare al centro, ho poi ricavato da qualche pezzetto di impasto la forma di un croissant, ma potete davvero sbizzarrirvi e fare le forme che più vi piacciono!
Mettete i panini su una teglia, meglio su due perché almeno non arriveranno poi a toccarsi, e metteteli in un luogo riparato fino a che di nuovo non sono aumentati di una volta e mezza il loro volume iniziale, a questo punto accendete il forno a 220° con una teglia vuota sul fondo.
Intanto spennellate con acqua tiepida i vostri panini e cospargeteli con abbondanti semi di sesamo, premete leggermente per fare aderire i semi, mi raccomando con delicatezza!!
Quando il forno è in temperatura versate una tazza d' acqua nella teglia sul fondo, infornate i panini nel ripiano sotto quello centrale e dopo 10 minuti togliete la teglia con l' acqua, abbassate la temperatura a 200° e dopo 5 minuti valutate la cottura bussando sul fondo di un panino, se suona vuoto sono cotti, sennò lasciateli ancora 5 minuti.
Sfornateli e gustateli ancora tiepidi, sono la fine del mondo!!






Se poi li volete conservare, basterà metterli in un sacchetto per alimenti una volta che sono ben freddi e così si conserveranno morbidi per 4-5 giorni, altrimenti, sempre quando sono ben freddi, potete congelarli lasciandoli scongelare a temperatura ambiente e passandoli qualche minuto in forno per gustarli praticamente come appena sfornati!!!
Sono deliziosi sia con il dolce che con il salato, io quel meraviglioso panino con la confettura della foto me lo sono mangiata per merenda con un bella tazza di the!






E visto che sono panini buonissimi li regalo alla raccolta permanente di lievitati "Panissimo, le ricette itineranti"




Buon proseguimento di settimana a tutti!!!
A presto!!


Silvia


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...